Twitter Slider
Follow Me on Pinterest
Latest Pins:

  • vino-rosso-biologico
    Balón
  • vini-rissi-bio
    Píkler Selezione
  • vini-bianchi-bio
    Lubác
  • vini-italiani-di-qualita
    Stacciola
  • vini-italiani-biologici
    Mo Leone
  • vino-rosato-biologico
    Bellarosa
  • cantine-bio-marche
    Píkler
  • cantine-biologiche-nelle-marche
    Spicél
  • vino-agricoltura-biologica-marche
    Vincarét
  • grappa-biologica
    Costanza
  • vino-passito-biologico
    Divin'Amòr
  • visciolata-biologica
    C'rasa
  • grappa-bio
    Costanza

Costanza - Grappa

grappa-uva

Oenologist: Giancarlo Soverchia

Our range of wines are controlled and certified by the “Suolo e Salute s.r.l.” organization
Odc. Authorized by D.M. MRAAF 9697232 30/12/90 in application to the Reg. EEC 22092/91 IT ASS S499 T 080139


Organoleptic features

vino-biologico-rossoGrappa is obtained from the vapour distillation of the selected Sangiovese and Montepulciano grape marcs, coming from their typical areas of production.
vino-biologico-rossoThis special union gives a fresh scent and a soft, pleasant flavour to Grappa.

Technical sheet

Type vino-biologico-rossoGrappa
Production area
vino-biologico-rossoSan Costanzo (Pesaro-Urbino) - Marche
Grape variety
vino-biologico-rossoSangiovese and Montepulciano
Alcohol content
vino-biologico-rosso40 v %

 Etimologia del nome "Costanza":  Costanza Pikler (1792-1840) è l'intelligente letterata primogenita di Teresa Pikler e Vincenzo Monti.
Dopo il primo intenso amore con un giovane greco è data in sposa al ricco conte Giulio Perticari di Pesaro. Si trasferisce a Pesaro nel palazzo del marito dove gestisce un salotto frequentato dall’élite dell’alta società marchigiana e romagnola. Leopardi scrive a questo proposito: “Gli uomini si infiammavano davanti alla fiorente bellezza di Costanza, al suo irresistibile fascino; le donne la guardavano con malcelata invidia, perché le oscurava tutte   per intelligenza e per grazia”.
Costanza si dedica con continuità allo studio: scrive poesie e un commento sulla Divina Commedia;  Nel 1820 il conte Perticari si ammala gravemente e si ritira in una villa a San Costanzo, ospite del cugino conte Cassi, dove è curato amorevolmente dalla moglie.
Dopo la morte del marito (1822), Costanza venne considerata  uxoricida, con l'accusa di averlo avvelenato.
Costanza risponde a tutte le infamie scegliendo il silenzio e rifugiandosi nella propria fede religiosa.
Oggi la “fulgente bellezza” di Costanza ci è tramandata da un ritratto di Filippo Agricola conservato presso la Galleria d’arte moderna di Roma dove la colta patriota è effigiata seduta assieme a due libri: uno aperto è sfiorato dalla mano sinistra mentre quello chiuso è tenuto nella destra.
Un’altra testimonianza di Costanza Monti Perticari si trova ad Alfonsine presso la casa natale di Vincenzo Monti (adibita a museo) dove risplende un busto marmoreo della tenace e sfortunata letterata e patriota romagnola' (tratto dall'articolo di Carla Grementieri).

Copyright © 2015 - Società Agricola Bruscia S.S. - Strada Cerasa 11/A, 61039, San Costanzo (PU), Marche, Italia -  P.IVA e C.F. 01057570416
Powered by Ektos